Il maschile interiore | Prunotto Amalia Psicoterapeuta Padova Rimini Parma

Il maschile interiore

Il maschile interiore.

Alle due dimensioni che risiedono in ciascun essere umano indipendentemente dall’identità di
genere, la seconda edizione della rassegna nazionale “Amori 4.0”, in collaborazione con Lidap
Onlus sez. di Parma, dedica un laboratorio di Arteterapia dal titolo “Maschile e Femminile
interiori ed esteriori: alla riscoperta della vera forza”, nell’ambito del progetto in itinere “Le 12
ferite di Ercole”. L’appuntamento è per sabato 23 febbraio 2019 dalle ore 14.00 alle ore 18.00,
negli spazi del Laboratorio Famiglia Al Portico di strada Quarta 23.
A condurlo attraverso tecniche espressive di Arteterapia e SoulCollage® sarà Beatrice Trentanove,
Arteterapeuta ed artista, con l’introduzione di Amalia Prunotto, psicologa e psicoterapeuta,
responsabile della rassegna Amori 4.0 e ideatrice del progetto “Le 12 ferite di Ercole”.
Per partecipare non è richiesta alcuna competenza artistica. L’evento è infatti aperto a tutti gli
uomini e le donne che desiderano contattare le proprie parti maschili e femminili, interiori ed
esteriori, per ritrovare la propria essenza.
«L’obiettivo di Amori 4.0 – spiega la dott.ssa Amalia Prunotto – è condividere le esperienze di
professionisti che da anni lavorano sul tema delle relazioni nel Terzo Millennio, con il fine di
studio, ricerca ed intervento. In questo contesto, “Le 12 ferite di Ercole” propone incontri,
laboratori e gruppi di self-help dedicati al mondo affettivo declinato al Maschile».
Se infatti il Femminile è ricettività, ciò che accoglie, grembo, gestazione, progettazione, fantasia,
vicinanza al ritmo e ai misteri delle cose; il Maschile è attività, ciò che fende, penetra, porta nel
mondo, dà concretezza, stabilisce confini e limiti, forza e direzione. Con il laboratorio di Beatrice
Trentanove si offre dunque la possibilità di ristabilire l’armonia tra questi attributi lasciando ai
partecipanti la libertà di approfondire la relazione con se stessi, attraverso canali più “analogici” e
simbolici come quello dell’espressione creativa.
BEATRICE TRENTANOVE
Diplomata al Centro delle artiterapie di Lecco, dove collabora come tutor degli allievi, e
specializzata con un master di Arteterapia Clinica ad ArtTherapy di Milano, lavora con adulti, con
progetti di arteterapia in contesti preventivi, riabilitativi e terapeutici. Per diverso tempo ha
lavorato nelle Cure Palliative, con progetti specifici di arteterapia dedicati ai malati, alle loro
famiglie, agli operatori. Facilitatrice di SoulCollage®. Collabora con il blog Dipendiamo – dedicato al
tema della Dipendenza Affettiva e dell’Amore Sano www.dipendiamo.blog – con articoli e
workshop.
Iscrizione obbligatoria al 3382795278.
È richiesto un contributo per il materiale che verrà fornito.
Per ulteriori info:
www.beatricetrentanove.com
www.amaliaprunotto.com

CS_Laboratorio_23_02_19_02